1953 Compensato / La storia




Tavoli realizzati con sottili strati di compensato, le cui forme curve li rendono più rigidi, conferendo forza e stabilità ad una struttura molto semplice, resa più leggera e snella dal disegno della gamba affusolata.




Il progetto Compensato era molto in anticipo sui tempi sotto molti aspetti rilevanti. Ha spinto i confini di nuovi materiali e processi di produzione con l'obiettivo di introdurre mobili in legno curvato nella produzione di massa. Segue il percorso dei concetti introdotti nel 1952 nel suo Appartamento Bignardi con un progetto che precede i suoi noti contemporanei di parecchi anni (Eames 'Lounge Chair è del 1956).




Come precursore concettuale del sistema di imballaggio / assemblaggio di IKEA, il sistema di costruzione di Compensato è stato inizialmente pianificato per essere smantellato, in modo da creare anche sgabelli, panche e divani letto. Il suggestivo progetto elogiato dal grande Alvar Aalto a metà degli anni Cinquanta, con il suo design ancora brillante nella ricerca di una semplicità non ovvia, per la qualità delle sue caratteristiche allo stesso tempo semplici ed eleganti e per la sua precisione compositiva , chiarezza strutturale e il sapiente equilibrio delle sue proporzioni che lo definiscono.




Più in là, i pensieri che ci hanno portato Compensato, si sono fatti strada anche in altri progetti del Maestro come l'Appartamento Manzoni di Milano del 1957.